6Può un amore tradito dare definitivamente il colpo di grazia a tutto ciò che di buono c’è in Edmondo, spingendolo a manifestare il suo lato più irriverente e cinico? Naturale, dato che in certe situazioni si può solo soccombere o reagire. Ma da un ventitreenne che si fa soprannominare Mondo, che vacilla continuamente tra il complesso di Edipo e quello di Rocco Siffredi e che possiede un ego smisurato, con istinti di onnipotenza e quel cinismo che piace, non ci si può aspettare di certo la resa. D’altro canto, resta sempre un ragazzo gettato nella fossa delle leonesse milanesi. E allora, cosa può fare se non chiedere aiuto ai suoi sempre-ingrifati amici e al suo datore di lavoro (un latin lover fatto e finito nonché suo mentore da tempi immemori) e gettarsi in mirabolanti avventure notturne nella Milano modaiola, sperando non di uscire vincitore ma almeno di sopravvivere dignitosamente alla notte e di trovare un po’ di felicità ‘sottocoperta’? Ma è a tutti gli effetti una ‘mission impossible’, tra ragazze snob, insicure o mentalmente instabili e seduttori più agguerriti ed implacabili di lui. Trascinato dagli eventi, il protagonista alterna momenti di cinismo acuto ad inaspettata sensibilità, comicità da scaricatore di porto ad intelligenza arguta. Ma non possiamo neanche fargliene una colpa; è semplicemente un ragazzo immischiato negli ingranaggi della vita. In un susseguirsi di episodi esilaranti, amici spassosi e dialoghi sopra le righe, ci si accorge di come questa storia sia, in fondo, la vita di ognuno di noi, fatta di tentativi di distinguersi dalla massa, di sogni da mantenere sempre vivi e di seduzione ‘take-away’ così attuali e realistici da indurre ogni lettore a rispecchiarsi inevitabilmente nel protagonista e a rivivere quelle vittorie e sconfitte che l’hanno reso l’uomo di oggi.